Pensieri …

“Ci sono baci che vanno dati, persone che vanno abbracciate, parole che vanno dette, follie che vanno fatte.
La vita va veloce e, a volte, può essere davvero troppo breve. Non c’è tempo per pensare, non c’è tempo per ‘andare piano’, non c’è tempo per programmare: le cose cambiano, le persone muoiono, l’orologio non smette mai di camminare… Non si tratta di ‘cogliere l’attimo’, ma di poter morire oggi, domani o fra cent’anni dicendo: “ho fatto tutto, anche quello di cui avevo paura”.”

— Cit.

Annunci

Crepes ripiene al forno

Le crespelle ripiene al forno sono un piatto geniale. Perché? Tanto perché praticamente il grosso del lavoro è fare le crespelle poi riempirle e metterle in forno mi porta via al massimo 5 minuti e poi perché sapete che la pastella per le crespelle è neutra e quindi può essere usata sia dolce che salata? E io in questo modo lavoro per un piatto e poi ne faccio avanzare due o tre vuote, ci metto un po’ di Nutella e via…anche il dolce è pronto!
E ora…
Beh, allacciate il grembiule…!
Lulù

Continua a leggere

Maradona. La Storia

Come me le venne in mente di comprare Maradona?

Antonio Juliano, che era il direttore generale, aveva contattato il Barcellona per un’amichevole. Accettarono precisando che Maradona non ci sarebbe stato per un infortunio. Ci informammo e scoprimmo che era falso, era in rotta con il club. Così partimmo. Ci chiesero 13 miliardi di lire, convinti che non avessimo i soldi.

Invece?

Continua a leggere

Il Caffè Gambrinus e il suo Fantasma

el 1860, l’imprenditore Vincenzo Apuzzo diede il via all’apertura del “Gran Caffè”, impiegando i più bravi baristi, pasticcieri e gelatai di tutta l’europa. Il successo fu immediato tanto che la famiglia reale dei Borbone conferì loro il riconoscimento come “Fornitore ufficiale della Real Casa”.

Nel 1885 però il bar attraversò un momento di crisi, che gli costò quasi la chiusura. Nel 1890, grazie all’intervento di Mariano Vacca, un grande, frequentatore di attori ed artisti, che prese in affitto i locali, la situazione migliorò notevolmente. Arredato in stile Liberty, al suo interno conserva quadri e statue del 800 realizzati da diversi artisti importanti napoletani come Antonio Curri, Jenny e Fiore, Bocchetta, Porcelli ed infine tutti i bassorilievi furono eseguiti dal Cepparulo.

Continua a leggere

A. Baricco

“Non ti ho amato per noia, o per solitudine, o per capriccio. Ti ho amato perché il desiderio di te era più forte di qualsiasi felicità. E lo sapevo che poi la Vita non è abbastanza grande per tenere insieme tutto quello che riesce a immaginarsi il desiderio. Ma non ho cercato di fermarmi, né di fermarti. Sapevo che prima o poi l’avrebbe fatto…”