Caro Hermes,

Interno Undici. Caro Amore mio, come è bella la neve stanotte, vista dietro questa finestra. Sai, mentre osservo fuori la natura addormentata, il mio fiato disegna nuvole di vapore contro la superficie opaca del vetro, e col dito posso disegnare il tuo sorriso.

Come somiglia la neve a te, Amore mio. Mi ricorda il tuo sorriso, non so perché, non chiedermelo, mi ricorda il tuo sguardo, forse il candore dei tuoi capelli, quando li accarezzavo quella notte, durate l’amore, mi ricorda i nostri baci. Ti amo, Amore mio. Come è quieto questa notte il mondo, intorno la luna fa splendere il ghiaccio sugli  alberi, regalando un candore a dir poco abbacinante, dall’alto di questa radura, posso udire il canto del silenzio in tutto il suo splendore, e chiudendo gli occhi posso vederti al mio fianco.

Sei questo per me, un pettirosso bellissimo dalle ali di neve, un lupo forte, coraggioso, solitario, è così che ti immagino nel mio cuore, adesso, così che vorrei potermi perdere lungo il tuo petto, candido come la neve, carezzandolo con ardore, quel tuo petto ampio, caldo, enorme, cassa toracica grande abbastanza da sembrare di poterne contenere due di cuori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...