Napoli. La cianfotta

Colorata, gustosa, sostanziosa e facile da preparare, la cianfotta napoletana, anche conosciuta come ciambotta, si annovera tra i piatti tipici del patrimonio culinario partenopeo e del Sud Italia. In Puglia viene preparata una versione della cianfotta a base di pesce. Vale la pena gustarla, magari accompagnata da un buon vino rosso, da scegliere tra quelli tipici dell’entroterra campano.

Si può considerare una ratatouille ante litteram:  deriva infatti dalla pietanza preparata in Provenza e fu pensata per riciclare la carne in avanzo e per utilizzare le verdure a disposizione. Quasi tutti i popoli del Mediterraneo hanno una ricetta simile: i francesi la ratatouille, i pugliesi la “cianbotta”, i siciliani la “caponata” ed i napoletani la “cianfotta”. Questa curioso termine vuol dire “miscuglio” ed allude, non a caso, al misto di verdure che caratterizzano il piatto. Si tratta infatti di una preparazione a base di verdure, melenzane, peperoni, patate, pomodori, cipolla ed erbe aromatiche. Nella versione napoletana solitamente vengono inseriti anche ingredienti a base di carne.

Tra gusto e tradizione: origini e ricetta della cianfotta napoletana

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...