Ezio Bosso.

Dopo un concerto di Ezio Bosso non puoi andare a dormire con facilità. Quando scopri la morbidezza del suono di un pianoforte dal vivo, i vari modi in cui si può suonare (anche prendendolo a botte, letteralmente)..quando vedi riflesse sul coperchio superiore le mani di un maestro, e le corde che vibrano…quando chiudi gli occhi e ti sembra di esserci dentro, quando senti Ezio urlare di fatica e di passione, quando ascoltare Bach o Chopin diventa la cosa più normale e piú bella del mondo…quando le sue stanze diventano le tue, quando da un silenzio quasi religioso esplode un applauso travolgente, quando pronuncia le parole di congedo con le lacrime agli occhi…quando la dodicesima stanza diventa un viaggio, e quando esci dal teatro non puoi fare a meno di parlarne con i tuoi amici e compagni di viaggio…


No, non puoi andare a dormire con facilità quando assisti ad una cosa così bella.
Non si può restare indifferenti a tanta bellezza.
Abbiamo suonato insieme a Schio. Ci siamo liberati insieme. Abbiamo vissuto insieme.
Grazie Ezio, davvero.

(G. Gelain)

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...