Insulina. Il bolo di correzione

Cosa è un bolo di correzione?
Il microinfusore consente di correggere un’iperglicemia inattesa liberando in modo relativamente rapido la quantità di insulinanecessaria a riportare la glicemia nei valori normali. È questo il cosiddetto bolo di correzione. Ogni persona ha un suo ‘fattore di sensibilità’ (SF) all’insulina. Per esempio a chi ha un SF di 40 basterà 1 Unità di insulina per abbassare la glicemia di 40 punti. Il fattore di sensibilità viene calcolato dal medico ma può variare nel corso della vita.

Cosa faccio se dopo pranzo mi accorgo di aver saltato completamente il bolo alimentare?
Dipende. Se ci si accorge appena finito il pasto può far partire subito il bolo previsto. Se invece ci si accorge 1-3 ore dopo il pasto è meglio cercare di rimediare con un bolo di correzione.

Perché spesso l’effetto di una correzione risulta superiore al previsto?
Spesso il risultato di un bolo di correzione è superiore alle attese. Si corregge una iper e si finisce in ipo. Questo può avvenire perché non si è calcolato l’effetto residuo del bolo di insulina preprandiale. Il rischio di sovrapposizione fra i due boli è più forte con l’insulina regolare (rapida) che con gli analoghi ricombinanti (ultrarapida). In genere l’insulina rapida viene smaltita per un 20% ogni ora, quella analoga per un 30% ogni ora. Quindi, dopo 3 ore dall’assunzione, chi usa la rapida avrà ancora ‘in corpo’ il 40% dell’insulina assunta, chi usa l’ultrarapida ne avrà solo il 10%. I calcoli richiesti da un bolo di correzione in caso di sovrapposizione richiedono una certa esperienza. Occorre infatti calcolare di quante Unità di insulina si avrebbe bisogno per correggere l’iperglicemia (per esempio 6) e sottrarre le Unità di insulina che devono ancora essere metabolizzate (per esempio 4 se si sono assunte 10 Unità di rapida 2 ore prima). Il risultato è che basterà integrare con un bolo di 2 Unità l’insulina residua.

Quando posso capire se la correzione effettuata ha avuto successo?
Con le iperglicemie bisogna agire velocemente, ma senza attendersi risultati immediati. Per valutare il pieno effetto della correzione occorre almeno mezz’ora, meglio 1-2 ore con gli analoghi ricombinanti e almeno un’ora e mezzo, meglio 2-3 con l’insulina regolare (rapida).

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...