Haiku. V. Panicali

La storia dell’haiku ha origini remote, da datarsi intorno al 16° secolo d.C.. Infatti proprio durante il periodo Heian, fu principalmente la borghesia giapponese a creare questo tipo di componimenti, soprattutto per divertimento; successivamente l’utilizzo di questa sorta di “passatempo” si estese a tutte le classi sociali, anche quelle meno agiate. Fu grazie al maestro Bashō che l’haiku si riappropriò del suo reale valore poetico, abbandonando definitivamente quello di gioco per la nobiltà.

L’haiku è una poesia composta da 17 sillabe divise in 3 versi (5-7-5), derivanti dai waka o tanka, ovvero componimenti di 31 sillabe e 5 versi (5-7-5-7-7). Il waka era una poesia alla quale bisognava aggiungere due versi (7-7) ai primi tre hokku, che rappresentavano il punto di partenza.

Sempre intorno al 1700 si diffusero in Giappone anche i c.d. “versi cinesi” (renga) che costituivano una serie di poesie continue composte da diversi autori; proprio da qui nascono due scuole di renga: la kurinomoto-no-shou che proponeva versi divertenti e la kakinomoto-no-shou caratterizzata dalla ricerca dell’emozione pura. Ed è proprio da quest’ultima scuola che nascono gli haiku, contraddistinti per la loro brevità  e profondità. La caratteristica principale di queste poesie è che ognuna deve avere come tema una stagione precisa, che servirà a ripartire gli haiku in 5 gruppi( considerando che il Nuovo Anno viene considerato come la quinta stagione). Se il poeta non preferisce menzionare il nome della stagione potrà utilizzare una parola chiave che in qualche modo la rappresenti:

“Cadono le castagne,

una dopo l’altra,

lungo la notte”.

Issa

Dunque gli haiku non sono solo dei semplici componimenti a tema, ma essi sono in grado di rappresentare la natura che si articola in tutti i suoi elementi che, quasi come una sorta di incastro ordinato, rappresentano l’armonia del mondo e lo spirito delle cose, tema tanto caro allo shintō.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...