…….. Ps.

… e le sue dita tremanti, presero a carezzare quelle piume, la veste di quelle lunghe ali incassate nella carne di lui, all’altezza delle scapole, morbide, la giovane vi affondò dentro i polpastrelli saggiandone il velluto, chinandosi d’istinto a poggiarvi di riflesso le labbra, e a quel tocco lui chiuse gli occhi, muto, ascoltando il discorrere di quel cuore con la sua anima.