Il cielo sopra la guerra

Gli occhi del giovane si abbassarono in quel momento pieni di lacrime a quei pensieri, la sua dolce Olivia, bellissima. “Voglio scrivere Olivia, far posto alla poesia in questa Guerra!” Era in quei momenti che la poesia gli era sempre venuta in aiuto, quando tutto cominciava a farsi più tetro e la vita iniziava a perdere forma e colore. I suoi haiku, quei tre versi, diciassette sillabe in stile orientale, una manciata di più all’occidentale. In quei momenti, loro, gli avevano sempre salvato la vita. Mattia, lui, soldato di pace in quei luoghi, quegli attimi in cui il soldato lasciava il posto all’uomo.

 

 

Il maestro e lo scorpione

Un maestro zen vide uno scorpione che stava annegando e decise di aiutarlo e sollevarlo dall’acqua. Ma, quando lo fece, lo scorpione sentendosi minacciato lo punse.
Sentendo il colpo secco della puntura, il maestro mollò la presa e lo scorpione cadde ancora in acqua. Ancora una volta il monaco lo sollevò ed ancora una volta lo scorpione lo punse.
Un discepolo dopo aver osservato la scena, interrogò il maestro sul perché della sua ostinazione. Il maestro rispose così: “la natura dello scorpione è di pungere, ma questo non modificherà la mia che è quella di prestargli soccorso e di aiutare.”

Continua a leggere

Caro Hermes,

Interno Undici. Caro Amore mio, come è bella la neve stanotte, vista dietro questa finestra. Sai, mentre osservo fuori la natura addormentata, il mio fiato disegna nuvole di vapore contro la superficie opaca del vetro, e col dito posso disegnare il tuo sorriso.

Come somiglia la neve a te, Amore mio. Mi ricorda il tuo sorriso, non so perché, non chiedermelo, mi ricorda il tuo sguardo, forse il candore dei tuoi capelli, quando li accarezzavo quella notte, durate l’amore, mi ricorda i nostri baci. Ti amo, Amore mio. Come è quieto questa notte il mondo, intorno la luna fa splendere il ghiaccio sugli  alberi, regalando un candore a dir poco abbacinante, dall’alto di questa radura, posso udire il canto del silenzio in tutto il suo splendore, e chiudendo gli occhi posso vederti al mio fianco.

Continua a leggere